Quale modem-router comprare? Fritzbox? Molto meglio un Technicolor DGA!!!

Accedi da remoto ai tuoi dispositivi con Macoers DDNS, registra gratuitamente il tuo account.

Per lavoro mi trovo ad avere a che fare sia con grandi aziende che con piccole/medie aziende e studi professionali, e molte volte devo prendere in carico delle intere infrastrutture già esistenti.

Una delle prime cose di cui mi occupo è la verifica ed eventuale messa in sicurezza dell'intera rete e puntualmente nelle piccole aziende e negli studi professionali mi imbatto sempre nello stesso problema: mancanza di hardware adatto.

Nelle grandi aziende sono quasi sempre presenti modem, firewall hardware, router e se necessari dei managed switch. Tutti apparati necessari a configurare correttamente e mettere in sicurezza l'intera rete.

Non mi aspetto ovviamente di trovare la stessa dotazione hardware in una piccola azienda o in uno studio legale, contesti nei quali il più delle volte basterebbero un buon modem ed un buon router, ma puntualmente mi si palesa davanti il solito costoso ed inutile FritzBox e puntualmente mi trovo costretto a farlo riporre in un cassetto per far comprare un dispositivo degno di essere chiamato (modem)-router. La colpa non è ovviamente dei titolari, si fidano di incompetenti che a loro volta si fidano dei portali di informazione che fanno marchette facendo passare dei modem-router giocattolo per dispositivi adatti ad essere utilizzati dalle PMI e dai professionisti per lo smart working. La verità è che dispositivi del genere, nonostante il loro alto costo, non hanno nessuna delle funzionalità base che dovrebbe avere un router ed al massimo possono soddisfare le necessità domestiche di un utente alle prime armi.

Ma cosa è un modem-router?

Un modem-router è un dispositivo che assolve la duplice funzione di modem e di router, tramite il router permette di creare una rete interna locale alla quale collegare i dispositivi via cavo e via wireless, e tramite il modem permette alla rete lan di collegarsi alla rete Internet.

Il modem è l'apparato che permette la connessione alla rete internet tramite modulazione e demodulazione dei segnali. In fase di ricezione il modem converte segnali analogici provenienti dalla linea telefonica in dati digitali comprensibili dagli apparati ad esso collegati. In fase di invio il modem converte i segnali digitali proveniente dagli apparati ad esso collegato (computer) in segnali analogici idonei ad essere trasmessi sulla linea telefonica.

Il router è l'apparato che permette di instradare il traffico tra le reti, può essere utilizzato indipendentemente dalla presenza della connettività internet, opera al terzo livello del modello ISO/OSI e si occupa dell'instradamento dei dati in ingresso o in uscita da uno o più nodi della rete. Comunemente il router lo si utilizza in accoppiata ad un modem, posizionato tra il modem ed i computer per permettere a questi ultimi di godere della stessa connessione internet.

Perché un modem-router?

Negli ultimi anni il modem-router è diventato un dispositivo sempre più comune grazie alla diffusione delle connessioni internet ad alta velocità e grazie all'aumento di dispositivi in grado di connettersi ad internet per utilizzare i più svariati servizi. In tutte le abitazioni dotate di connessione internet ed in tutte le attività è ormai presente un modem-router, fino a qualche anno fa invece si utilizzavano per lo più dei semplici modem ai quali si collegava un computer e gli utenti più smaliziati utilizzavano l'accoppiata di un modem e di un router.

Quando possibile, la praticità di avere un unico dispositivo è innegabile, specie per un uso domestico.

Chi può utilizzare un modem-router?

Di base chiunque può utilizzare un modem-router anche se ci sono dei contesti dove sarebbe opportuno continuare ad utilizzare apparati separati, è ad esempio impensabile utilizzare un modem-router in una qualsiasi azienda di medie-grandi dimensioni con una complessa infrastruttura di rete.

In realtà come quelle delle PMI e degli studi professionali invece è ancora accettabile l'utilizzo di un buon modem-router, a patto che sia veramente un buon modem-router e che permetta una buona gestione della rete.

Ad uso domestico invece un buon modem-router è quasi sempre la scelta migliore per la comodità di avere un un unico apparato.

Come scegliere un buon modem-router?

Come ogni dispositivo informatico i modem-router sono composti dall'hardware e dal software ed è di questo che ci si deve fidare, non di pubblicità interessate e di consigli dati da incompetenti.

Ad oggi un buon-modem router deve avere almeno la seguente dotazione hardware:

  • MODEM VDSL2 SuperVectoring (35b)
  • CPU DUAL CORE 1 GHz
  • RAM 512 MB
  • NAND FLASH 250 MB
  • ingressi rj45 per LAN 1 Gbps
  • WIFI 2.4 GHz 802.11N - 20/40 MHZ (2X2 MIMO)
  • WIFI 5 GHz 802.11AC - 20/40/80 MHZ (4X4 MU-MIMO)
  • ingressi rj11 per VoIP

Ma ancora più importante della dotazione hardware è il software, o meglio il Sistema Operativo che permette di gestire l'intero dispositivo, ed è qui che iniziano le note dolenti.

Tutti i modem-router consumer utilizzano dei sistemi operativo proprietari, completamente chiusi, quasi sempre con gravi falle di sicurezza (SOHOpelessly Broken 1.0, SOHOpelessly Broken 2.0), che precludono tutte le configurazioni principali che un qualsiasi router dovrebbe offrire risultando quindi sufficienti solo agli utenti base.

A questo punto la domanda sorge spontanea, cosa deve fare un buon modem-router?

Un buon modem-router come prima cosa deve fare ciò che ci si aspetta che un router faccia e deve dare la possibilità di configurarne ogni suo aspetto in totale libertà almeno tramite ssh, offrendo magari anche la possibilità di installare diversi programmi per poter assolvere diversi compiti.

La funzionalità base di un router è la gestione delle reti lan ed ogni buon router deve dare la possibilità di:

  • segmentare la rete con le VLAN
  • gestire completamente il firewall
  • configurare i server DNS
  • configurare i server DHCP

Queste sono le funzionalità minime che un buon router e di conseguenza un buon modem-router deve avere, se non permette queste cose allora si tratta di un giocattolo.

Purtroppo non è facile trovare in commercio un buon modem-router che soddisfi tutti i requisiti precedenti  e proprio per questo in molti sono costretti ad acquistare 3 apparati differenti:

  • un buon modem (come il Draytek Vigor 130)
  • un buon router (come il Linksys WRT1200AC)
  • un ATA per il VoIP (come il Grandstream HT802) o addirittura un server Asterisk

Ma come detto prima, non è facile trovare in commercio un buon modem-router che da solo faccia tutto, ma non è impossibile ed il miglior modem-router è quello che meno ti aspetti.

Quale modem-router comprare?

Al momento in Europa esistono solo 3 dispositivi in grado di assolvere contemporaneamente alle funzioni di Modem, Router ed ATA VoIP e sono:

  • il Technicolor DGA4130, comunemente conosciuto come Smart Modem Plus di Tim
  • il Technicolor DGA4131, comunemente conosciuto come FastGate di Fastweb
  • il Technicolor DGA4132, comunemente conosciuto come Tim Hub

ad oggi sono gli unici dispositivi degni di essere chiamati modem-router.

Si tratta di tre dispositivi con un hardware quasi identico tra di loro, di gran lunga superiore ai più blasonati top di gamma comunemente conosciuti ed utilizzati, di seguito le caratteristiche principali:

  • Modem ADSL/ADSL2/2+/VDSL/VDSL2 con SuperVectoring (per profilo 35b)
  • CPU BROADCOM 63138 (ARM A9 DUAL CORE 1GHz)
  • RAM 512 MB
  • NAND FLASH 250 MB
  • ingressi rj45 per LAN 1 Gbps
  • WIFI 2.4 GHz 802.11N - 20/40 MHZ (2X2 MIMO)
  • WIFI 5 GHz 802.11AC - 20/40/80 MHZ (4X4 MU-MIMO)
  • 2 ingressi FxS per VoIP

A distinguerli solo delle piccolezze:

  • il Technicolor DGA4130 ha 4 porte Ethernet, una porta Wan che può diventare una quinta porta Ethernet ed un WiFi non estremamente prestante, lo si preferisce quindi se si desidera avere 5 porte Ethernet o con una FTTH con ONT esterno in modo da non "sprecare" una porta Ethernet
  • il Technicolor DGA4131 ed il Technicolor DGA4132 hanno 3 porte Ethernet più una porta Wan che all'occorrenza può diventare una quarta porta Ethernet ed entrambi sono dotati di porta SFP comoda in caso di FTTH con ONT su SFP in modo da non dover utilizzare un Media Converter.

Ma nonostante un hardware così importante, il vero punto di forza di questi dispositivi è il loro sistema operativo. Technicolor li ha infatti equipaggiati con Homeware, firmware basato su OpenWrt ma con l'aggiunta di codice proprietario che gestisce il modem e l'ATA. L'unica grande differenza tra questi dispositivi e un qualsiasi altro router OpenWrt puro è la gestione dello switch interno, grazie a Technicolor infatti questi dispositivi gestiscono lo switch interno secondo il modello DSA e non secondo il modello Swconfig.

In condizioni originali, così come forniti dagli ISP, questi router sono però completamente castrati ma basta veramente molto poco per sbloccarli guadagnandone accesso root via ssh per goderseli in totale libertà.

Sul sito hack-technicolor.readthedocs.io è possibile trovare una minuziosa documentazione per lo sblocco di questi fantastici dispositivi e dopo lo sblocco è possibile fare quasi qualsiasi cosa permette un router OpenWrt quindi è possibile usare la superlativa documentazione di OpenWrt stesso ed un ottimo forum che tratta questi dispositivi è il forum italiano de ilpuntotecnico.

N.B.: Su questi dispositivi non è  possibile cambiare firmware ed installare OpenWrt puro poiché il bootloader ne controlla la firma all'avvio e quindi un firmware non correttamente firmato li renderebbe inutilizzabili, ma questo non è un grande problema poiché se si installasse OpenWrt puro difficilmente potrebbero continuare a funzionare la parte modem e la parte ATA a causa della mancanza di drivers open per il chipest.

Cosa è possibile fare dopo aver sbloccato un modem-router DGA di Technicolor?

Non c'è limite a cosa è possibile fare con un modem-router DGA sbloccato:

  • si può installare l'interfaccia tch-nginx-gui per gestire il router in maniera semplice
  • si possono installare dei repository aggiuntivi per avere accesso a migliaia di programmi, come il repository di Ansuel ed il nostro repository
  • si può segmentare la rete grazie alla possibilità di gestire le VLAN
  • si può avere più indirizzi IP pubblici grazie alla possibilità di configurare connessioni PPPoE multiple
  • si può installare il filtro chiamate Voipblock se per la fonia si utilizza il software di default mmpbx
  • si può eliminare la pubblicità dall'intera rete grazie ad adblock
  • si può installare un centralino professionale come Asterisk e configurarlo per utilizzare gli smarphones come interni VoIP
  • si può installare NUT, un software per far gestire un UPS al modem-router e proteggere server e computer
  • si può installare un server VPN per accedere in sicurezza dall'esterno alla rete LAN
  • si può utilizzare un server di stampa

Si può fare praticamente di tutto, anche realizzare infrastrutture LAN molto complesse come questa.

Dove è possibile acquistare un modem-router DGA di Technicolor?

I modem-router DGA sono stati forniti fino a qualche mese fa dagli ISP TIM e Fastweb e possono essere acquistati per poche decine di euro su un qualsiasi sito dove si trovano in vendita prodotti usati grazie agli utenti che non avendo idea di cosa hanno tra le mani li svendono per acquistare dispositivi alla moda inutili e molto costosi.

Ti occorre un sistema di videosorveglianza professionale? Macoers te lo realizza con Zoneminder.